L'associazione - Festa Uva Fragola

Vai ai contenuti

Menu principale:

L'associazione

L'ASSOCIAZIONE

...Nelle tenebre di una notte senza luna, nel suo silenzio immenso ed inquietante, uno scienziato, dalle viscere della terra, stava per dare vita ad una fra le invenzioni più grandiose mai viste nell’universo. Mai alcuno aveva azzardato tanto, ma egli aveva tutte le intenzioni e gli strumenti per creare ciò che nemmeno la mente più geniale e contorta aveva osato partorire.....

Questo potrebbe essere l’inizio della nostra storia, ma la verità è che si tratta di una vicenda ben più semplice ed usuale, ma che, nel corso degli anni, ha dato grandi ed inimmaginabili frutti.
Tutto ebbe inizio nell’ormai lontano 1976 quando un gruppo di giovani e non solo, si riunì per dare origine, unendo le tante idee, ad un’associazione che potesse ben rappresentare i festeggiamenti di una piccola frazione dell’altrettanto piccolo paese di Suno: il Mottoscarone.
Le riunioni furono ripetute più volte prima di giungere alla realizzazione di un vero e proprio consiglio, chiamato, ispirandosi al luogo di nascita, Pro-Mottoscarone, a capo del quale venne eletto anche, immancabilmente, il primo, e per tale motivo indimenticabile, presidente: Giuseppe Grossini.


Ma ciò che ancora mancava a quello che sarebbe diventato un grande evento dell’intero paese, era un nome che gli si addicesse, che gli calzasse a pennello. Tuttavia, essendo il Mottoscarone circondato da vigneti di uva fragola, non fu necessario arrovellarsi alla ricerca del fatidico appellativo; infatti ben presto si stabilì di chiamare la ricorrenza “Festa dell’Uva Fragola”.

Per i primi anni la festa si svolse nell’arco di quattro serate nei fine settimana. Ma con l’elezione, nel 1980, di un nuovo presidente, Luigi Grossini,
le serate raggiunsero il numero di nove o dieci. Da quell’anno in avanti si decise di contare le edizioni, che ebbero sempre inizio nei primi giorni di agosto. Nel frattempo si avvicendavano i presidenti, la cui nomina avveniva ogni cinque anni. E così, nel 1985, fu eletto il terzo presidente, Ernesto Nobile, con il quale, nel 1987, la festa subì uno dei cambiamenti più significativi ed importanti dalla sua nascita. Venne infatti deciso che i festeggiamenti avrebbero avuto sede nella palestra comunale del paese di Suno e di farli coincidere con la festività dei Santi Genesi, patroni del paese.
Nel 1993 l’allora presidente Pierluigi Delconte
, decise, però, di cambiare nuovamente il luogo adibito alla festa, che divenne, come rimarrà per tutti gli anni successivi, l’aperto spiazzo verde oltre il torrente Meja.
Le edizioni si svolgevano con grande entusiasmo e partecipazione di volontari del paese, offertisi come camerieri, cuochi, barman, cassieri, che aumentavano a seconda della richiesta e con molta disponibilità da parte di tutti.
Antimo Dilorenzo,
nuovo presidente nel 1996, organizzò sempre più nei minimi dettagli lo svolgimento delle serate, abbellendo il palatenda ed organizzando sia eventi di moda che invitando nuovi artisti capaci di un buon intrattenimento.
Solo nel 1997, con il venticinquesimo anno della festività dei santi Genesi, patroni di Suno, la festa dell’Uva Fragola mancò al suo appuntamento annuale per lasciare spazio alla sola festività dei santi.
Con lo scadere del nuovo millennio coinciderà anche l’ennesima elezione del presidente, carica ricoperta, questa volta, da Ezio Monfrinoli
.
Le serate, con l’esperienza ventennale, non potevano che migliorare e consolidare la rinomata fama della festa. Infatti, vennero ospitati, di anno in anno, artisti più famosi e bravi; il menu sarà più ricco di pietanze e vini locali; si offrirà un servizio migliore con piatti di ceramica, bicchieri di vetro e posate di acciaio; e, naturalmente, l’ambiente si popolerà di camerieri bravi, belli e simpatici!:)
Nel 2004, con l’elezione dell’ormai settimo presidente, Ives Degan
, si percepì sempre maggiormente la necessità di innovazione, di un rinnovo radicale e decisivo che contribuisse a rendere l’aspetto della festa più simpatico e movimentato. E nel 2006, nel tentativo di soddisfare tale esigenza, esperimento peraltro ben riuscito, entrarono a far parte della festa un gruppo di giovani e volenterosi ragazzi che diedero origine al "Ciringhito", organo ormai fondamentale e indispensabile alla festa.
L’aiuto dei volontari acquisterà, col passare degli anni, maggiore valore in concomitanza dell’ingrandirsi della festa. Ciò nonostante, il paese si mostrerà solidale nei confronti di questa ricorrenza, contribuendo sempre più a permetterne la continuazione: è così che gli aiuti si tramanderanno di padre in figlio, creando una rete di rapporti particolarmente consolidata ed unita.
Con l’elezione di  Domenico Pregnolato
come presidente i festeggiamenti raggiungeranno l’apice grazie ai consigli di giovani ed anziani del gruppo. Memorabile è sicuramente la serata nella quale venne ospitato Davide Van de Sfroos, alla cui esibizione assistettero in moltissimi, all’intero e all’esterno del teatro tenda!

Dal 2010 l'associazione si è trasformata in PRO LOCO con il nuovo presidente Matteo Balla, che ha guidato il gruppo della Pro Mottoscarone in anni di grande lavoro per mantenere la Festa dell’Uva Fragola ad “alti livelli”: sforzi coronati da successi di pubblico che nel 2011 hanno portato la manifestazione all’importante traguardo della trentesima edizione. Nel 2013 Matteo Balla ha passato il testimone all’attuale presidente Marco Orizio: con il giusto mix di innovazione e tradizione l’associazione si è dotata di una tensostruttura più funzionale e ha arricchito il programma dei festeggiamenti con manifestazioni collaterali che hanno riscosso il gradimento del pubblico come l’esposizione di prodotti artigianali e il raduno di fuoristrada 4X4.

Con l’augurio di una buona estate, vi aspettiamo numerosi per divertirci insieme


Torna ai contenuti | Torna al menu